I palestinesi “scrivono” la loro terra
Nuovi itinerari, nuovi approcci e nuove proposte nelle prime guide di viaggio palestinesi

La guida turistica è uno degli indicatori più importanti per capire quale idea si vuole offrire di una terra, della sua gente, della sua storia e della sua cultura. Che fossero diari di viaggio o descrizioni di itinerari nel senso moderno del termine, per secoli, come si è visto, le guide turistiche sulla Palestina sono state scritte dagli occidentali; e a loro in tempi recenti si sono aggiunti gli israeliani, che hanno detenuto, e in gran parte ancora detengono, il controllo del viaggio e dei viaggiatori nella Palestina storica. Solo nel 2006 è stata pubblicata una guida prodotta interamente dai palestinesi, la Palestina e Palestininesi dell’ATG, l’Alternative Tourism group di Beit Sahur. Tradotta in tre lingue, ben organizzata, ricca di spunti, di approfondimenti, di itinerari, questa guida ha finalmente coperto una lacuna non più accettabile, stabilendo un giusto equilibrio tra autoctoni e viaggiatori, là dove, com’è logico, devono essere i primi a presentare ai secondi il paese ospitante. Così finalmente sono i palestinesi a spiegare la loro terra, ad offrire al viaggiatore la loro visione del loro mondo, la loro versione del loro passato e la loro concezione del loro futuro. E il tutto alla luce delle regole e delle priorità definite a livello internazionale per un turismo sostenibile e responsabile.

Queste tematiche saranno sviluppate in una Tavola rotonda dove la discussione si accompagnerà alla lettura di passaggi tratti da diverse guide turistiche della Palestina, antiche e recenti, nonché di brani del recentissimo volume di Stephan Szepsi, Walking Palestine, che offre un ampio ventaglio di nuovi itinerari rurali, e che in questi itinerari ci accompagna, in modo tanto gradevole e accattivante, quanto rigoroso e documentato.

Durante la discussione scorreranno immagini “turistiche” e di promozione di itinerari di viaggio alternativi, sostenibili e responsabili.

Introduce: Rami Kassis
Discutono: Enrico Marletto, Raed Saadeh, Francesco Vietti, Michel Warschawski
Coordina: Carla Diamanti
Sala polifunzionale Museo d’Arte Orientale (MAO) Torino
27 marzo 2014