2004

A PRECIPIZIO

La crisi della società israeliana

Michel Warschawski – Bollati Boringhieri – 2004 – Torino

Perché la società israeliana ha girato le spalle alla pace?

 

ARAFAT L’IRRIDUCIBILE

Amnon Kapeliouk– Ponte alle Grazie – 2004 – Milano

Purtroppo il libro è stato terminato alcuni mesi prima che Arafat morisse…

 

DENTRO LA NOTTE

Diario palestinese

Ibrahim Nasrallah – Ilisso Edizioni – 2004 – Nuoro

La drammatica storia della Palestina: tutto si svolge durante la notte in due tempi di narrazione, il presente rappresenta il viaggio verso il nulla e il passato che riaffiora si impone.

 

DISTRUGGERE LA PALESTINA

La politica israeliana dopo il 1948

Tanya Reinhart – Postfazione di Ugo Tramballi – Marco Tropea Editore – 2004 – Milano

Le politiche israeliane da Oslo al 2002.

 

I KAMIKAZE NELLA STORIA

Marco Minicangeli – Datanews – gennaio 2004 – Roma

Il libro ricostruisce la figura del guerriero suicida in epoca moderna a partire dai kamikaze giopponesi che operarono nella Seconda guerra mondiale per giungere ai palestinesi nei Territori Occupati, e gli indipendentisti ceceni e alle Tigri Tamil.

 

ISRAELE, PALESTINA

Le verità su un conflitto

Alain Gresh – Einaudi – 2004 – Torino

Dalla dichiarazione Balfour al 2003.

 

LA CONQUISTA DELLA PALESTINA

Le origini della tragedia palestinese

Giancarlo Paciello con testi di autori vari

Edizioni C.R.T. – 2004 – Pistoia

Suffragato da testi di storici importanti, l’autore indaga sulla pratica sionista di realizzazione del programma di Herzl senza dimenticare gli autoctoni, scomparsi nello slogan sionista “una terra senza popolo, un popolo senza terra”.

 

LA PORTA DEL SOLE

Elias Khuri – Einaudi – 2004 – Torino

Il romanzo racconta il popolo palestinese dal 1948 a oggi: la storia collettiva con le sue battaglie e le sue tragedie, ma anche un mosaico di storie individuali nutrite di vita quotidiana, di sogni, di amori, di passioni e di sensualità. Elias Khuri inventa una memoria polifonica per le centinaia di migliaia di palestinesi che hanno dovuto lasciare la loro terra nel 1948.

 

LA STORIA DELL’ALTRO

Israeliani e Palestinesi

Peace Research Institute in the Middle East – Una Città – marzo 2004 – Bertinoro (FC)

Un manuale di storia per le scuole con due narrazioni, “due verità”, che corrono parallele nella stessa pagina. L’impresa straordinaria di un gruppo di insegnanti palestinesi e israeliani.

 

MORIRE PER GERUSALEMME

Storia delle guerre per la Città Santa dagli inizi del novcento ad oggi

Paolo Di Motoli, Francesco Pallante – Datanews – gennaio 2004 – Roma

Il libro entra nel cuore del conflitto israelo-palestinese portando alla luce, attraverso la storia, la questione centrale di Gerusalemme. La storia di Gerusalemme viene trattata non soltanto come un “capitolo” del conflitto, ma allargando il campo di indagine ad aspetti decisivi, quali l’urabanistica, la demografia, i Luoghi Santi, la questione religiosa ed il diritto internazionale. Un attenzione particolare è dedicata alle politiche d’utilizzo del territorio che influenzeranno profondamente ogni possibile trattativa sul futuro della città.

 

PARLARE CON IL NEMICO

Narrazioni palestinesi e israeliane a confronto

A cura di Jamil Hilal e Ilan Pappe – Bollati Boringhieri – 2004 – Torino

Il volume ospita il confronto fra cinque studiosi israeliani e cinque studiosi palestinesi dove le narrazioni convergono nella ricerca della pace.

 

POLITICIDIO

Sharon e i palestinesi

Baruch Kimmerling – Fazi Editore – 2004 – Roma

Dal ’47 al 2004, con particolare attenzione agli anni a noi più vicini.

 

STOP THE WALL

A cura di Pengon (Rete delle ONG palestinesi)

Edizioni Alegre (in allegato a il manifesto – Liberazione – Carta) – 2004

Una ricerca sugli impatti del Muro in Palestina sulle terre, sull’acqua, sulcontesto socio-economico e sulle vite dei palestinesi dimostrando efficacemente come Israele stia violando sistematicamente il Diritto Internazionale.

 

2003

ARABI DANZANTI

Sayed Kashua – Ugo Guanda Editore – 2003 – Parma

Un romanzo forte e malinconico che si nutre delle paradossali vicende del suo protagonista alternando ai lontani ricordi di infanzia gli spunti grotteschi e infine disperati di un adulto che non si riconosce nella sua cultura.

 

BAMBINI IN PALESTINA

A cura di Maria Rita Prette

Edizioni Sensibili alle Foglie – marzo 2003 – Dogliani (CN)

Una raccolta di 40 disegni di bambini palestinesi tra sei e dodici anni che vivono a Betlemme. Disegni che riescono a comunicare in profondità la loro estrema condizione di reclusione e sofferenza.

 

IDENTITÀ PALESTINESE

La costruzione di una moderna coscienza nazionale

Rashid Khalidi – Bollati Boringhieri – 2003 – Torino

La nascita della coscienza nazionale palestinese prima del ’48 ed il suo riemergere a partire dalla metà degli anni Sessanta.

 

L’UOMO CHE PARLA DALLA TORRETTA

Lettere dalla Striscia di Gaza

Federica Cecchini – Fratelli Frilli Editore – 2003 – Genova

Diario di una psicologa che ha lavorato lì nel 2002… lettere scritte dal vivo.

 

PALESTINA SU CARTA

Vauro Senesi

Coedizione Kufia, Il Manifesto – febbraio 2003 – Napoli

Raccoglie una selezione delle vignette di Vauro pubblicate tra il 2001 e il 2002 dal quotidiano il Manifesto. “Quando sei testimone diretto di un dramma ti si trapiantano inevitabilmente dei sentimenti forti come l’indignazione, che chiamerei più volgarmente incazzatura, un grande senso d’impotenza e la voglia di contrastare la mole di menzogne e di ipocrisie che cancella la verità, che la seppellisce come i bulldozer israeliani seppelliscono le case palestinesi. Io lo faccio con le armi che ho…”. VAURO

 

PALESTINESE! E ALTRI RACCONTI

Samira Azzam (traduzione di Wasim Dahmash) – Edizioni Q – 2003 – Roma

Antologia di racconti della scrittrice palestinese che ha assistito, fin dalla prima infanzia, al processo di trasformazione del suo paese che ha portato alla sostituzione degli abitanti autoctoni palestinesi con una nuova popolazione, quella israeliana. Dal ricordo dei momenti più drammatici di quella storia e dall’osservazione costante della condizione dei palestinesi nel passaggio da una vita normale a quella di profughi, emergono i racconti di Samira Azzam che sono in rapporto con la storia recente della Palestina e che hanno lasciato tracce significative nella letteratura araba contemporanea.

 

SENZA STATO UNA NAZIONE

Un’opera, un luogo, un libro di Sandi Hilal e Alessandro Petti per la Biennale di Venezia

Marsilio Editori – 2003 – Venezia

I palestinesi sono sempre stati rappresentati dagli occidentali come una popolazione arretrata, fondamentalista e antimoderna. Questo progetto cerca di rispondere alla domanda “Chi sono i palestinesi?” attraverso la diretta voce dei protagonisti.

 

SHARON E MIA SUOCERA

Diari di guerra da Ramallah, Palestina

Suad Amiry – Feltrinelli Editore – ottobre 2003 – Milano

“Forse un giorno riuscirò a perdonarvi di averci tenuti sotto coprifuoco per trentaquattro giorni consecutivi, ma non riuscirò mai a mandare giù che ci abbiate costretti a vivere con mia suocera per quelli che, allora, ci sono sembrati trentaquattro anni”. L’autrice, colta e spiritosa, tiene un “diario di guerra”…descrive il tempo dell’assedio imposto dall’esercito israeliano.

 

SULLA FRONTIERA

Michel Warschawski – Oasi – 2003 – Troina (EN)

Il racconto di un militante antisionista in Israele, dal ’67 al 2002.

 

2002

A MANI NUDE

Missione di pace a Ramallah

Alberto Zoratti – Fratelli Frilli Editori – 2002 – Genova

Cronaca della missione di Action for Peace in Palestina – fine marzo inizio aprile 2002 – vista con gli occhi di uno dei partecipanti che ha praticato la non violenza nella settimana cruciale dell’invasione ed occupazione della città di Ramallah da parte delle truppe israeliane. La situazione di allarme umanitario, di sospensione di ogni diritto umano e civile, la necessità della presenza di osservatori internazionali.

 

DIARIO DI UNA GIOVANE PALESTINESE

Aine Cavallini – Edizioni Clandestine – 2002 – Massarosa (LU)

“La storia di una donna palestinese…la sconvolgente testimonianza del genocidio di un popolo inerme”, Aine Cavallini.

 

DIARIO PALESTINESE

Diplomazia dal basso contro la guerra globale

a cura del Collettivo Redazionale Posse – Manifestolibri – 2002 – Roma

Una raccolta di testimonianze appena di ritorno da un viaggio “carovana” nei Territori Occupati, che vuol essere un testo d’inchiesta, una ricerca collettiva, frammentaria e parziale, che però non vuole in nessun modo essere equidistante o neutrale. Una ricerca che mira ad intravedere nuovi e inediti spazi d’azione, per ridurre la distanza fra le nuove situazioni a cui ci troviamo di fronte e la nostra capacità di affrontarle e trasformarle. Attraverso interviste e racconti, la parola è a coloro che hanno tentato, portandosi nei territori occupati in una delle fasi più acute della repressione dell’esercito israeliano, non ovviamente di fermare la guerra, ma di quantomeno incepparne alcuni dei meccanismi fondamentali.

 

FINE DEL PROCESSO DI PACE

Palestina/Israele dopo Oslo

Edward W. Said – Giangiacomo Feltrinelli Editore – 2002 – Milano

Gli articoli, scritti tra il 1995 e il 2002, raccolti in questo volume, compongono un diario degli eventi successivi agli accordi di Oslo, con i quali si pretendeva di sancire l’inizio della pacificazione fra Israele e la Palestina. Sono una fotografia e una denuncia della situazione drammatica e quindi spiegano inequivocabilmente come si sia giunti allo scontro oggi in atto. In bilico fra riflessione teorica e giornalismo, queste pagine dense di informazioni “oggettive” e di impressioni personali, forniscono un’ottima griglia per chi voglia provare ad orientarsi nello scenario mediorientale, sapendo che quando due parti in gioco non possono contare sulle stesse forze, trattarle da pari equivale a schierarsi contro il più debole.

 

I FANTASMI DI SHARON

Il massacro dei palestinesi nei campi di Sabra e Shatila, 16-18 settembre 1982

a cura di Stefania Limiti – Sinnos editrice – 2002 – Roma

Un racconto di quelle giornate attraverso gli occhi di chi si trovava allora a Beirut, documenti sul processo contro Sharon e sulla condizione dei profughi palestinesi in Libano, mentre si ripete con una macabra similitudine l’accerchiamento dei palestinesi ed il tentativo di chiudere la questione con una vera e propria “pulizia etnica”. Un libro che è “storia”, ma è anche “oggi”.

 

IL PESSOTTIMISTA

Un arabo d’Israele

Emil Habibi – Tascabili Bompiani – ottobre 2002 – Bergamo

Ambientato a Haifa, il romanzo racconta le straordinarie avventure di Felice, un palestinese nello Stato d’Israele. Habibi non è del tutto ottimista, né del tutto pessimista. È realista e commovente. Fa ridere e riflettere.

 

I PALESTINESI

Genesi di una nazione

Xavier Baron – Baldini & Castaldi – 2002 – Milano

Questo libro racconta con precisione, in un volume di 750 pagine, la nascita e la crescita dell’identità palestinese, che è poi la storia minuta e quotidiana della gente palestinese e dei suoi leader. Riporta le relazioni arabo-israeliane, la rabbia dei rifugiati, ma anche la fiducia in una soluzione che comprenda tutti.

 

ISRAELE – PALESTINA, LA SFIDA BINAZIONALE

Un “sogno andaluso” del XXI secolo

Michel Warschawski

Sapere 2000, edizioni multimediali – 2002 – Roma

Uno Stato Binazionale? Un sogno nostalgico o una strada percorribile? Warschawski, attraverso un’analisi serena ed essenziale delle ragioni storiche e delle concrete vicende socio-politiche, individua nel binazionalismo come lo strumento migliore per “coniugare pace, sicurezza, giustizia e reciproco arricchimento” fra i due popoli e le rispettive culture.

 

ISRAELE SULL’ORLO DELL’ABISSO

Antonio Moscato e Cinzia Nachira

Sapere 2000 Edizioni – 2002 – Roma

Il libro mette in risalto la politica aggressiva e oltranzista dello Stato di Israele: ingigantendo i pericoli, ricorrendo sempre più al metodo della rappresaglia, che genera terrorismo invece di fermarlo, Israele rischia di arrivare a un conflitto con tutto il mondo arabo islamico. Un conflitto di cui il gruppo dirigente sionista ha sottovalutato il rischio.

 

JENIN

Un campo palestinese

Tahar Ben Jalloun – Edizione Bompiani – ottobre 2002 – Ariccia (RM)

In questo libro si leva il grido di Jenin, il campo profughi teatro di un massacro senza precedenti, qui incarnato da una donna, dello stesso nome, disperata e sola, che vaga fra i resti e i ricordi coperti di polvere, cercando qualcosa che sia sopravvissuto al massacro compiuto dall’esercito israeliano.

 

LA NUOVA INTIFADA

AA. VV. (a cura di Roane Carey; introduzione di Noam Chomsky)

Marco Tropea Editore– 2002 – Padova

Scrittori, analisti, politici e giornalisti, grandi esperti di questioni mediorientali risalgono fino alle radici della Intifada Al Aqsa, esaminano le sue conseguenze per i palestinesi e per lo stato di Israele, il suo impatto su tutta la zona negli anni a venire.

 

LA TERRA PIÙ AMATA

Voci della letteratura palestinese

Manifestolibri – 2002 – Roma

Riedizione dell’omonima antologia di letteratura palestinese contemporanea. Raccoglie racconti, poemi e poesie. Nelle sue pagine il dramma storico di un popolo e la nostalgia per una terra negata assumono nelle trame delle storie di vita e nella scansione dei versi una valenza universale. Il dramma collettivo dei palestinese si fa emblematico della condizione umana.

 

LE RAGIONI DEL NEMICO

Voci ebraiche a favore della causa palestinese

AA. VV. – a cura di Bettina Mùller – Edizioni Casagrande – Collana: interviste e saggi brevi – novembre 2002 – Bellinzona

Molti ebrei, in Medio Oriente e nel resto del mondo, disapprovano l’orientamento della politica israeliana nei confronti dei palestinesi. Le voci raccolte in questo libro (tra le altre, quella di un ex pilota militare, di uno storico britannico, del coordinatore del comitato israeliano contro la distruzione delle case, di un rabbino di San Francisco…) formano un ventaglio di orientamenti politici assai ampio che comprende posizioni di liberalismo internazionalista, di pragmatismo conservatore e di pacifismo militante.

 

L’INDUSTRIA DELL’OLOCAUSTO

Lo sfruttamento della sofferenza degli ebrei

Norman G. Filkenstein – Edizioni BUR – 2002 – Milano

L’autore è ebreo amaricano, figlio di sopravvissuti ai lager nazisti. Il libro mostra come l’Olocausto nazista, l’immane tragedia della nostra civiltà, è ormai diventato la strumentalizzazione della sofferenza, un’arma ideologica impiegata in un vero e proprio racket estorsivo per arricchire le lobby ebraiche. “Ogni critica contro Israele attinge al pozzo avvelenato dell’antisemitismo. Ecco il nuovo dogma dell’industria dell’Olocausto”.

 

L’ULIVO E LE PIETRE

Palestina e Israele: le ragioni di chi?
Racconto di una terra divisa

Ugo Tramballi – Marco Tropea Editore– 2002 – Milano

“Nemici ma vicini di casa. Gli uni con diritti, gli altri senza. Gli uni con uno stato, un governo, una vita politica, una economica. Gli altri con un ibrido di tutto questo: semplicemente nell’attesa”.

 

MOMO PALESTINA

Robert Gaillot – Editoriale Jaca Book – 2002 – Milano

Libro bilingue per i bambini. La storia della Palestina, come se fosse un racconto, accompagnato da disegni a tutta pagina.

 

NOT IN OUR NAME!

Ebrei israeliani contro l’occupazione

Ilan Pappe, Norman G. Finkelstein, Yitzhak Laor e altri – a cura di Lucas Fenollar Cortés e Francesca Vitellozzi
Prospettiva Edizioni – 2002 – Roma

Antologia che comprende 23 contributi di analisi storica, politica di studiosi ebrei, dichiarazioni di obiezione e appelli di refusnik. “Se gli israeliani non vogliono continuare ad essere accusati di essere nazisti devono semplicemente smettere di comportarsi da nazisti” (Norman G. Finkelstein).

 

PALESTINA FIABE

a cura di Wasim Dahmash – illustrazioni di Daniele Brolli

Edizione Kufia – il Manifesto – ottobre 2002 – Napoli

Con le sue antiche leggende la Palestina ha esercitato un enorme fascino nei secoli e ha sollecitato la curiosità e le fantasie di molti popoli. Nonostante le sue drammatiche vicende, i palestinesi sono riusciti a salvaguardare la loro identità culturale. Molti costumi e usanze, canti e balli, racconti e fiabe si tramandano anche nei campi profughi, in esilio. Le fiabe scelte e pubblicate in questo volume, sono state raccolte in un arco di tempo che va dagli anni ’30 ai nostri giorni e raccontate in varietà dialettali distribuite su tutto il territorio palestinese, in modo da fornire diversi esempi tematici.

 

PALESTINA

Reportage a fumetti

Joe Sacco – Arnoldo Mondadori Editore – 2002 – Milano

Il fumetto s’impone con forza come strumento per documentare il conflitto: ogni pagina racconta in modo approfondito e chiaro i molti aspetti dell’occupazione (uccisioni, ferimenti, torture, detenzioni amministrative, confische di terre, distruzioni di case e di ulivi…) senza la pretesa di dare giudizi, ma offrendo qualcosa di molto più utile: una testimonianza ricca, articolata e diretta delle reali condizioni di vita del popolo palestinese.

 

PALESTINESI

Jean Genet – Redazione Stampa Alternativa – 2002 – Roma

Raccolta di scritti scelti e curati da Marco Dotti. Jean Genet viaggia tra i palestinesi nei campi profughi in Giordania negli anni ’70 e visita il carnaio di Chatila nel 1982 – dove la sofferenza è talmente oscena da non poter diventare neppure spettacolo. “Cacciati dai loro focolari e dai loro giardini”, i palestinesi lo accolgono come un fratello e lui si riconosce in loro.

 

PER UN PALESTINESE

Dediche a più voci a Wael Zuaiter

Autori Vari – Prospettiva Edizioni – settembre 2002 – Roma

Wael Zuaiter, intelettuale palestinese in esilio, aveva fatto della causa del suo popolo una ragione di vita. In Italia per anni si impegnò con sensibilità e passione a far conoscere la cultura e la storia della sua Palestina a decine di artisti, studiosi e letterati. Fino a che a Roma non fu ucciso, il 16 di ottobre del 1972, in un vile agguato. A distanza di quasi 40 anni dal delitto, nonostante il rinvio a giudizio di otto esponenti dei servizi segreti israeliani, non è stato ancora identificato nessun colpevole. Il volume è un’antologia degli interventi con cui quanti lo conobbero e gli furono amici vollero continuare a fare vivere “qualche scintilla di quella tenerezza e di quell’amore che Wael aveva per il suo popolo e per tutta l’umanità.” (Janet Venn-Brown)

 

SABRA E CHATILA

Inchiesta su un Massacro

Amnon Kapeliouk – Editrice C.R.T. – 2002 – Pistoia

Riedizione di un libro uscito nel 1983, che riporta l’inchiesta svolta dall’autore su quell’orribile carneficina avvenuta nei campi profughi di Sabra e Chatila a Beirut. Si descrivono ora per ora quei giorni, che vanno dal 14 al 20 settembre del 1982. L’autore non ha dubbi: si tratta di un crimine di guerra dello Stato d’Israele contro il Popolo Palestinese.

 

SOGNANDO PALESTINA

Randa Ghazy – Contrasti. Fabbri Editori – 2002 – Milano

La guerra, la violenza, la paura. Ma anche le risate, l’amore, l’amicizia. Palestina, oggi. Un piccolo gruppo di amici ha deciso di vivere insieme il tempo difficile delle rappresaglie, della repressione, dei rastrellamenti israeliani e degli uomini-bomba. Ma si può vivere una vita normale, e sorridere, scherzare, quando ogni giorno potrebbe essere l’ultimo?

 

SUI MURI DI JABALYA

Cronache di un campo di rifugiati palestinesi

Ouzi Dekel – Edizioni Gruppo Abele – 2002 – Torino

Breve storia che narra la presa di coscienza di un militare israeliano, in servizio per la prima volta nella Striscia di Gaza, nello storico campo profughi di Jabalya, e che scopre così l’umanità e la cultura del “nemico”… Il libro è corredato da approfondimenti per una comprensione di base della questione palestinese.

 

VITTIME

Storia del conflitto arabo-sionista 1881-2001

Benny Morris – RCS Libri– 2002 – Milano

Il conflitto del Medioriente non è cominciato nel 1948, con la proclamazione dello Stato d’Israele, ma negli ultimi decenni dell’800 quando nacque il movimento sionista. Questo libro di 950 pagine, scritto dall’israeliano Benny Morris, cerca di riscrivere la storia del suo paese, aldilà di ogni mito patriottico, analizzandone i presupposti ideologici, con un notevole sforzo di oggettività.