filastinFILASTIN

L’arte di resistenza del vignettista palestinese Naji Al-Ali

Prefazione di Vauro Senesi – Eris Edizioni, Aprile 2013, Torino

Pubblicata ad aprile 2013 a cura del Comitato di solidarietà con il popolo palestinese di Torino questa antologia è la forma d’arte di resistenza per non dimenticare mai la tragedia vissuta dal popolo palestinese. Venticinque anni passati con la matita in mano, in difesa della sua gente e di tutti i poveri e gli oppressi del mondo, interrotti bruscamente da un colpo di arma da fuoco con silenziatore con cui nel 1987 venne ucciso a Londra. L’artista palestinese Naji al-Ali è stato sicuramente tra i più grandi vignettisti di tutti i tempi: noto soprattutto per avere raccontato all’uomo medio arabo “la repressione e l’occupazione, l’oppressione e l’indifferenza, l’ingiustizia” subite dai palestinesi. Il suo personaggio più famoso è Handala: un bambino di 11 anni, scalzo, con i capelli dritti in testa, sempre disegnato di spalle, a simboleggiare le spalle che in troppi hanno voltato alla Palestina e ai suoi profughi, come lui stesso spiegava in una intervista ritenuta il suo testamento e rilasciata nel 1984 alla giornalista e scrittrice Radwa Ashour.

Presentato sabato 18 maggio 2013 da Vauro Senesi presso la Libreria Belgravia di Torino.